Il segno
del disegno
Mostra di 
illustrazioni

“In fondo sono solo dei segni. Piccoli tratti scuri su di un pezzo di carta bianco”. Lo disse in modo quasi distratto, mentre da quei “segni” sul suo pezzo di carta comparivano straordinarie figure. Era un illustratore, di quelli bravi, che stava presentato un suo racconto. Tra una pagina e l’altra gli uscì questa frase, che a ben vedere, se si iniziasse ad usare uno sguardo più oggettivo,  risulterebbero sì dei semplici tratti su di un foglio di carta.

L’aspetto straordinario di questa “visione” che mi capitò di ascoltare parecchi anni fa, è che con dei semplici tratti, si può arrivare a costruire qualche cosa di incredibile. Una diversità di mondi, di persone, di animali e di emozioni indelebilmente legate a chi in quel momento si confronta con la realizzazione di un’illustrazione.

È anche il senso di questa esposizione durante la Fiera del Libro di illustratrici e illustratori della Svizzera italiana. Una molteplicità di talenti che con lo stesso mezzo di partenza (un foglio e una matita) riescono a creare una narrazione disegnata con sorprendete diversità e con una caratterizzazione del tratto quasi unica. 

Il tratto è il segno specifico che caratterizza la singola autrice e il singolo autore. Ci sono tratti morbidi e sinuosi che con delicatezza costruiscono un insieme di forme che rassicurano. Tratti nervosi e spontanei, di chi ci butta l’anima intera in quella matita. Tratti in digitale, di chi, con una leggera insicurezza, riesce a modellare e rimodellare il proprio segno in modo che tutto sia perfetto. Tratti spezzati, di chi ha ancora qualche cosa da dire, ma a volte può far male. Tratti severi e precisi, per potersi aggrappare quando là fuori è tutto un casino. Tratti divertenti, che ti lasciano la spensieratezza di poter ridere di sé stessi e di poter far ridere.

La diversità, in questo caso, è la forma di poter raccontare sfruttando semplici segni su carta qualche cosa che ci accomuna tutti. Lo stare al mondo e la percezione unica che di esso abbiamo.

di Micha Dalcol, grafico e illustratore

La mostra potrà essere visitata dal dal 29 aprile al 1 maggio 2022, durante gli orari di apertura della Fiera del Libro presso la Palestra dell’Istituto Scolastico.

Illustratrici e illustratori in mostra

Camerini Federica
Colombo Filippo
Dalcol Micha
Drabek Daniel
Guerra Sara
Gyongy Lisa
Mengani Laura
Moriani Stefano
Neuenschwander Anthony
Officine 103
Passoni Alessia
Stefanini Sara
Todisco Aurelio

/